banner475x1502.jpg
VIGNETTE !!!!!
thumb_vignetta_papa.jpg
il METEO.
Home
Contattaci
Notizie
Collegamenti web
divieto di ingresso
fb-divieto-di-accesso-politici-big.jpg
baratto online

">
 
Rassegna.it
CIVILTANO' - LA 7 NEWS
dal mondo
Intelligente come un polipo!

Che fine ha fatto Tartaglia?

L'uomo che nel 2009 colpì l'allora premier con una miniatura del Duomo è stato fotografato al centro commerciale di Peschiera Borromeo. Le immagini sul settimanale Oggi Nel 2009 ferì l’allora premier Silvio Berlusconi lanciandogli una miniatura del Duomo. Poi venne assolto perché riconosciuto incapace di intendere e di volere al momento del fatto. E a cinque anni di distanza Massimo Tartaglia è stato fotografato mentre partecipava a un casting per lavorare come Babbo Natale in un grosso centro commerciale a pochi chilometri da Milano, la Galleria Borromea di Peschiera Borromeo. Le foto sono state pubblicate dal settimanale Oggi, in edicola mercoledì 10 dicembre. Nessuno degli spettatori che ha assistito al casting lo ha riconosciuto. Alla domanda con chi avrebbe voluto pranzare nei panni di Babbo Natale, Tartaglia ha risposto a Oggi: “Se fossi Babbo Natale, credo che dovrei pranzare con la Befana, sbaglio?”. Ma non vorrebbe cenare con un’attrice o magari con un politico?: “Beh, i politici forse è meglio che li lasci perdere

MOSTRO IN ISLANDA

Il mostro del lago esiste davvero: "E' lungo 30 metri" Nessie, abitante del lago di Loch Ness, è ancora relegata a leggenda. Lagarfljótsormur, mostro del lago di Lagarfljót, è invece realtà. A confermarlo, il governo islandese
ISLANDA - Fino a poche ore fa era solo una leggenda. Niente di più e niente di meno che una sorta di "amico a distanza" di Nessie. Ma da oggi il lago "Lagarfljót" potrebbe superare la fama di quello di Loch Ness. "Lagarfljótsormur", un mostro di novanta metri, esiste davvero. A confermare l'esistenza del lungo serpente è stata una commissione governativa islandese che, con sette voti a favore e sei contrari, ha sancito l'autenticità di un filmato girato nel 2012 e che potete vedere qui sotto. Fino ad oggi il "mostro" era stato bollato come una semplice rete da pesca allungata, ma dopo la votazione della Commissione la versione ufficiale è che "Lagarfljótsormur" esiste. O forse - sottolineamo, forse - si tratta solo di una trovata pubblicitaria del governo per rilanciare il turismo. Forse.

MOSTRO MARINO IN VIETNAM

la notizia del ritrovamento di un gigante mostro marino in Vietnam, riportata dal sito giapponese Karapaia. Nel video la grossa e lunga creatura di colore grigio è circondata da una folla di persone, alcune delle quali impegnata ad ispezionare l'enorme bocca dell'imponente creatura, appoggiata su un rimorchio. Ma cosa potrebbe essere. un verme gigante, un mostro marino, un alieno o addirittura un esperimento animale finito male?

Attenti alle Sirene !!!!!




SCERZO NEL BAGNO DELLE RAGAZZE
LA FOTO DEL FANTASMA

ADAM Cantano con il vibratore


Tutti matti

Alieni in gabbia


spider cat Un gatto si è arrampicato sulla finestra di una porta esterna di una veranda, in perfetto stile Uomo Ragno, aprendo poi la porta per entrare in casa. Il filmato, inviato allo show televisivo America’s Funniest Home Videos, è diventato una hit su YouTube. un fotogramma dell'arrampicata Nella descrizione del filmato viene detto che il gatto si arrampica sul vetro: una prestazione assolutamente notevole, quella del felino, se fosse confermata. Più probabilmente, il gatto si arrampica su una zanzariera, ma questo non toglie nulla al “gesto atletico” del felino.

DONNA BARBUTA E SI PIACE COSI'

Harnaam Kaur soffre della sindrome dell'ovaio policistico, una patologia che fa crescere una folta peluria su braccia, petto e viso. La ragazza ha visto spuntare i primi peli a soli 11 anni e da lì si è trovata ad affrontare un vero dramma psicologico.
Per anni sono stati numerosi gli insulti e le offese che ha dovuto sopportare, persino minacce di morte da parte dei bulli. Oggi però sta bene e ride di tutto questo, grazie all'avvicinamento allo Sikhismo, una religione che vieta di tagliare i peli del proprio corpo.
Harnaam ha deciso di non tagliare più la barba in segno di rispetto verso sé stessa. "Dio mi ha creata così e devo essere contenta, ho imparato ad amarmi per ciò che sono, nulla può più turbarmi".

IO ERO UN ELFO

Maturità: ecco le tracce di Wired"
Valutazione utente: / 0
Scritto da Administrator   
domenica 17 giugno 2012

Maturità 2012, le tracce di Wired



Maturità 2012, ecco le tracce di Wired



Tra neutrini più veloci della luce e città intelligenti,
ecco i temi che ci piacerebbe vedere nella prima prova del prossimo esame di Stato



Lascia il primo commento! | Aggiungi ai preferiti (131) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 1435

 
Grecia: vince il centrodestra
Valutazione utente: / 0
Scritto da Administrator   
domenica 17 giugno 2012
 
L’eurocrisi contagerà tutti
Valutazione utente: / 0
Scritto da Administrator   
giovedì 14 giugno 2012
L’eurocrisi contagerà tutti

stock photo : Symbol for the current euro crisis which affects the European Union and the financial markets worldwide.

Tutti i leader europei sono terrorizzati dalla torsione sempre più negativa che sta prendendo l’eurocrisi. Una paura più che motivata, perché come mostra un’infografica realizzata dalla BBC, ogni paese all’interno dell’Unione Europea, così come le sue istituzioni, possono perdere moltissimo da un crollo continentale. Nessuno ne sarà escluso, anche se come mostra la BBC, i problemi sono diversi per ogni realtà. L’infografica è fatta a cerchi concentrici, ed i colori segnalano quanto sia profondo il problema che ogni paese potrebbe affrontare. Al centro della crisi c’è ovviamente la Grecia, ma nel cerchio della crisi del debito ci sono anche Irlanda, Portogallo e l’appena arrivata Spagna. Le prossime elezioni chiariranno il destino della Grecia all’interno dell’area euro, e di fronte ad una ferra opposizione dell’Unione europea ad una rimodulazione del programma di austerità, il collasso economico e sociale potrebbe arrivare in tempi brevi. La più grande paura del Portogallo è la fuga dei risparmiatori dalle sue banche, assai probabile se la Grecia abbandonerà l’euro. Lisbona sarebbe la prossima vittima, perché già in questo momento non è capace di finanziare il suo debito senza un aiuto internazionale. L’Irlanda è di nuovo in recessione, e vista la sua dipendenza dal commercio estero, rischia un altro salvataggio a causa della contrazione economica che rende ancora più fragili i suoi conti pubblici scassati dagli aiuti alle banche. La Spagna, invece, rischia una profonda crisi del sistema finanziario, che lo stesso governo Rajoy ha ammesso di non poter sostenere senza il supporto dei fondi europei. Fuori dalla crisi del debito c’è per ora l’Italia, che rischia però un collasso economico e politico nel caso in cui l’eurocrisi salirà di un ulteriore livello. L’elevato debito pubblico accumulato nei decenni passati, e la fragile economia del nostro paese non potrebbe reggere un’ulteriore crescita dei tassi di interesse. La caduta del governo tecnico potrebbe rapidamente verificarsi in questo scenario.

La crisi è vissuta con minore intensità dalla Francia, dal Regno Unito e dalla Bce, ma i due paesi e l’istituzione finanziaria più importante del Vecchio Continente temono il collasso bancario che si determinerebbe con l’acuirsi della crisi. Gli istituti di credito francesi sono pieni di bond spagnoli ed italiani, mentre l’intero settore finanziario britannico, motore per quanto ingolfato dell’economia del Regno Unito, subirebbe un pesantissimo contraccolpo dal crollo della moneta unica. La Bce invece si trova di fronte ad un dilemma: per aiutare gli Stati deve prestare più soldi, ma in caso di rottura dell’euro questi crediti andrebbero svalutati, con conseguenti perdite gravissime per il bilancio dell’Eurotower. Anche la Germania, Commissione europea e il Fondo monetario internazionale hanno molto da perdere nei prossimi mesi. Barroso e i commissari si trovano di fronte ad una situazione nella quale l’intero progetto comunitario potrebbe crollare. Anche Berlino, il vero centro potere della Ue per la sua forza economica, si trova in una trappola. La Germania teme un conto salatissimo da pagare per salvare gli altri paesi europei, ma il crollo della moneta unica avrebbe pesantissime ripercussioni anche sulla sua economia, visto che l’ l’area euro rappresenta la parte maggioritaria delle sue esportazioni. Il Fmi invece è il soggetto che teme le maggiori ripercussioni per l’intera economia globale. Il crack dell’euro potrebbe avere conseguenze ancora più pesanti rispetto a quanto accadde dopo il fallimento di Lehman Brothers, e la conseguente recessione globale scatenata dalla crisi finanziaria.

Lascia il primo commento! | Aggiungi ai preferiti (153) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 1537

 
<< Inizio < Prec. 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 Pross. > Fine >>

Risultati 617 - 620 di 647





NIGERIA TV..........................................................
NIGERIA TV



MOTIVAZIOI ASSOLUZIONE BERLUSCONI PROCESSO RUBY




Sirene, ilmistero svelato su DISCOVERY


squalo mangia squalo


STRAORDINARIO


UKRAINA..TV...........................................
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
WEBCAM WORLDWEBCAM....................................
Parigi
Vai alla webcam Paris, Eiffel Tower - EiffelCam 285 a Europa / Francia / Quartier des Invalides


vivere di sola frutta

PALAS Civitanova Marche





  | Top |