banner475x1502.jpg
VIGNETTE !!!!!
berl01.jpg
il METEO.
Home
Contattaci
Notizie
Collegamenti web
divieto di ingresso
fb-divieto-di-accesso-politici-big.jpg
baratto online

">
 
Rassegna.it
CIVILTANO' - LA 7 NEWS
dal mondo
Intelligente come un polipo!

Che fine ha fatto Tartaglia?

L'uomo che nel 2009 colpì l'allora premier con una miniatura del Duomo è stato fotografato al centro commerciale di Peschiera Borromeo. Le immagini sul settimanale Oggi Nel 2009 ferì l’allora premier Silvio Berlusconi lanciandogli una miniatura del Duomo. Poi venne assolto perché riconosciuto incapace di intendere e di volere al momento del fatto. E a cinque anni di distanza Massimo Tartaglia è stato fotografato mentre partecipava a un casting per lavorare come Babbo Natale in un grosso centro commerciale a pochi chilometri da Milano, la Galleria Borromea di Peschiera Borromeo. Le foto sono state pubblicate dal settimanale Oggi, in edicola mercoledì 10 dicembre. Nessuno degli spettatori che ha assistito al casting lo ha riconosciuto. Alla domanda con chi avrebbe voluto pranzare nei panni di Babbo Natale, Tartaglia ha risposto a Oggi: “Se fossi Babbo Natale, credo che dovrei pranzare con la Befana, sbaglio?”. Ma non vorrebbe cenare con un’attrice o magari con un politico?: “Beh, i politici forse è meglio che li lasci perdere

MOSTRO IN ISLANDA

Il mostro del lago esiste davvero: "E' lungo 30 metri" Nessie, abitante del lago di Loch Ness, è ancora relegata a leggenda. Lagarfljótsormur, mostro del lago di Lagarfljót, è invece realtà. A confermarlo, il governo islandese
ISLANDA - Fino a poche ore fa era solo una leggenda. Niente di più e niente di meno che una sorta di "amico a distanza" di Nessie. Ma da oggi il lago "Lagarfljót" potrebbe superare la fama di quello di Loch Ness. "Lagarfljótsormur", un mostro di novanta metri, esiste davvero. A confermare l'esistenza del lungo serpente è stata una commissione governativa islandese che, con sette voti a favore e sei contrari, ha sancito l'autenticità di un filmato girato nel 2012 e che potete vedere qui sotto. Fino ad oggi il "mostro" era stato bollato come una semplice rete da pesca allungata, ma dopo la votazione della Commissione la versione ufficiale è che "Lagarfljótsormur" esiste. O forse - sottolineamo, forse - si tratta solo di una trovata pubblicitaria del governo per rilanciare il turismo. Forse.

MOSTRO MARINO IN VIETNAM

la notizia del ritrovamento di un gigante mostro marino in Vietnam, riportata dal sito giapponese Karapaia. Nel video la grossa e lunga creatura di colore grigio è circondata da una folla di persone, alcune delle quali impegnata ad ispezionare l'enorme bocca dell'imponente creatura, appoggiata su un rimorchio. Ma cosa potrebbe essere. un verme gigante, un mostro marino, un alieno o addirittura un esperimento animale finito male?

Attenti alle Sirene !!!!!




SCERZO NEL BAGNO DELLE RAGAZZE
LA FOTO DEL FANTASMA

ADAM Cantano con il vibratore


Tutti matti

Alieni in gabbia


spider cat Un gatto si è arrampicato sulla finestra di una porta esterna di una veranda, in perfetto stile Uomo Ragno, aprendo poi la porta per entrare in casa. Il filmato, inviato allo show televisivo America’s Funniest Home Videos, è diventato una hit su YouTube. un fotogramma dell'arrampicata Nella descrizione del filmato viene detto che il gatto si arrampica sul vetro: una prestazione assolutamente notevole, quella del felino, se fosse confermata. Più probabilmente, il gatto si arrampica su una zanzariera, ma questo non toglie nulla al “gesto atletico” del felino.

DONNA BARBUTA E SI PIACE COSI'

Harnaam Kaur soffre della sindrome dell'ovaio policistico, una patologia che fa crescere una folta peluria su braccia, petto e viso. La ragazza ha visto spuntare i primi peli a soli 11 anni e da lì si è trovata ad affrontare un vero dramma psicologico.
Per anni sono stati numerosi gli insulti e le offese che ha dovuto sopportare, persino minacce di morte da parte dei bulli. Oggi però sta bene e ride di tutto questo, grazie all'avvicinamento allo Sikhismo, una religione che vieta di tagliare i peli del proprio corpo.
Harnaam ha deciso di non tagliare più la barba in segno di rispetto verso sé stessa. "Dio mi ha creata così e devo essere contenta, ho imparato ad amarmi per ciò che sono, nulla può più turbarmi".

IO ERO UN ELFO

la storia del mondo in due minuti
Valutazione utente: / 0
Scritto da Administrator   
sabato 08 settembre 2012
Dal big bang alla fine del mondo in 2 minuti



 ha raccontato in poco più di due minuti la storia della mondo, anche se, considerato che l’uomo come lo conosciamo esiste relativamente da poco, la parte dedicata a noi è forse leggermente sovradimensionata. Dal big bang a un’apocalisse immaginaria, passando per le piramidi, il Rinascimento, le guerre, l’allunaggio e l’abbattimento del muro di Berlino.

Da Il Post

Lascia il primo commento! | Aggiungi ai preferiti (120) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 1198

 
Sole 24 ore: Allarme nucleare in francia
Valutazione utente: / 0
Scritto da Administrator   
mercoledì 05 settembre 2012

Allarme nella centrale nucleare di Fessenheim, nell'est della Francia: due feriti

Allarme alla centrale nucleare di Fessenheim, nella regione orientale della Francia, dove un incidente ha causato diversi feriti. La centrale, la più vecchia del Paese, si trova in Alsazia, a un chilometro e mezzo dal confine con la Germania e a 240 chilometri dal confine con l'Italia. Secondo le prime ricostruzioni, l'allarme sarebbe scattato alle 15,50. I primi rapporti parlavano di un principio di incendio, ma secondo quanto reso noto dalla Prefettura dell'Alto Reno, che ha inviato sul luogo circa 50 pompieri, si sarebbe in realtà trattato di una perdita di vapore d'aqua ossigenata. A scatenarla, una reazione all'interno di un serbatoio di perossido di idrogeno. Quando questo è entrato a contatto con l'acqua, ha provocato dei fumi di vapore ossigenato che hanno investito i due dipendenti, ustionandoli.

Secondo quanto ha reso noto l'Edf, il gigante dell'energia francese che controlla l'impianto, si tratterebbe di un incendio in una componente chimica dell'infrastruttura. La situazione appare tuttavia del tutto sotto controllo, secondo Edf, da un punto di vista della sicurezza.

Già ad aprile dell'anno scorso la centrale è stata vittima di un guasto. L'incidente è stato classificato di livello 1, sulla scala di Ines che va da 1 a 7. Dopo il disastro nucleare di Fukushima, l'impianto è diventata il bersaglio degli ambientalisti. Per Charlotte Mijeon, dell'organizzazione antinucleare "Sortir du nucleare" c'è una fuoruscita di vapore che «in sé non è grave» ma che potrebbe essere il sintomo di un incidente serio.
Sulla centrale di Fessenheim, nella regione di Strasburgo, la più vecchia del parco di impianti francesi, si è innescata una dura polemica negli ultimi mesi.

Lascia il primo commento! | Aggiungi ai preferiti (114) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 1167

 
RIFORMA ELETTORALE: SI SONO INCARTATI
Valutazione utente: / 0
Scritto da Administrator   
venerdì 31 agosto 2012
Dopo l'ottimismo (immotivato) dei giorni scorsi, si registra una nuova battuta d’arresto, per cui le probabilità di una riforma prima del voto sono ridotte al lumicino. Le proposte del Pd? Più oscene di quelle del Pdl e dell'Udc

Image

Dopo l'ottimismo della settimana scorsa, che dava per fatto l'accordo fra partiti sulla legge elettorale, nuova battuta d'arresto e le probabilità di una riforma prima del voto sono ridotte al lumicino. Per la verità, l'ottimismo dei giorni scorsi era del tutto immotivato: l'accordo sembrava fatto, salvo che per qualche dissenso su dettagli come l'entità del premio di maggioranza, se attribuirlo al singolo partito o alla coalizione, il voto di preferenza e i collegi uninominali. In pratica, tutto, esattamente come prima dell'estate. E così sono restate le cose. Non ci metteremo il lutto per questa mancata "riforma" che si prospetta più indecente del "Porcellum" e va detto che le proposte del Pd erano ancora più oscene -da un punto di vista democratico- di quelle del Pdl e dell'Udc. Il Pd ha ereditato solo le cose peggiori del Pci, come, ad esempio la totale mancanza di laicità e la sostanziale incomprensione della democrazia pluralista: una cosa (come il premio di maggioranza o il maggioritario secco) è cattiva se serve agli altri, ma diventa improvvisamente buona se serve a sé stesso. La legge truffa era infinitamente più democratica e rispettosa del principio di rappresentatività, ma all'epoca il Pci condusse una battaglia memorabile in difesa della proporzionale (in silenzioso accordo con Msi e Pdium, va detto, ma la cosa non ci scandalizza affatto). Quando era Craxi a dire che si poteva sacrificare un po' di principio democratico per assicurare la governabilità, mancò poco che il Pci lo linciasse in nome della più ideale delle democrazie (ai festival dell'"unità" si serviva la "trippa alla Bettino", ricordate?). Oggi, è il Pd a chiedere il massimo premio di maggioranza possibile, proporre quella bruttura elettorale che sono i collegi uninominali, sostenere l'innalzamento della clausola di sbarramento ecc. Non sarà perché sente odore di vittoria e si immagina beneficiario di questi meccanismi? Chissà, poi, se queste aspettative di vittoria saranno coronate da successo. Chi scrive queste righe era ostilissimo alla proposta di riforma elettorale craxiana e resta ostile allo stesso modo a quelle attuali del Pd. Sulle questioni di principio ogni concessione tattica è opportunismo. Duole scriverlo, ma il Pd è un fattore di inquinamento della vita democratica di questo paese. Ma torniamo al problema del perché del nuovo (e forse definitivo) stallo della "riforma" elettorale. Al di là del problema dell'accordo di merito che manca, la questione è ingarbugliata sulla data delle elezioni. Berlusconi le vorrebbe a tutti i costi a novembre, perché a dicembre c'è la sentenza sul caso Ruby e fare una campagna elettorale con una condanna da macrò non è il massimo, per cui mette come condizione all'accordo sulla legge elettorale il voto anticipato. Anche Napolitano vuole votare a novembre, perché vuol essere in carica quando ci sarà da nominare il nuovo Presidente del Consiglio e pilotare, in questo modo, un Monti bis. Ma qui le cose sono complicatissime: si dà per scontato che l'ultima data utile per votare in autunno potrebbe essere il primo fine settimana di dicembre (2-3), dopo si va a marzo (3-4), perché è impensabile votare a febbraio, ma per votare il 3 marzo, il Presidente dovrebbe sciogliere le Camere al massimo entro 70 giorni prima, cioè il 23 dicembre. Quello che Napolitano non può fare, perché il 15 dicembre inizia il suo "semestre bianco" in cui non può sciogliere il Parlamento. E, peraltro, molti protesterebbero per una data ancora invernale in cui fa ancora troppo freddo. Dunque, se Napolitano vuole arrivare in carica alla formazione del nuovo governo, si deve votare nei primissimi di dicembre e questo significa sciogliere le camere al massimo 45 giorni prima, quindi entro il 15 ottobre. Ma, naturalmente, il Capo dello Stato non può indire le elezioni se il sistema elettorale non è perfettamente messo a punto. Perché le cose stiano così, occorre tener presente che è necessario un passaggio, per quanto rapidissimo, fra le due camere, quindi la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e la vacatio legis di almeno 15 giorni, dopo di che, gli uffici del Ministero dell'Interno hanno bisogno di almeno 6 settimane per ridisegnare i nuovi collegi e circoscrizioni. Dunque, se già lunedì prossimo fosse trovato l'accordo e la nuova legge fosse approvata con un simulacro di dibattito, considerando che va votata articolo per articolo e poi nell'insieme, che possono esserci emendamenti ecc, sarebbe letteralmente impossibile approvarla in meno di una settimana per ciascuno dei due rami del Parlamento. Pertanto, prima del 15 settembre non se ne parla neppure nella più rosea delle ipotesi. Mettendo al lavoro gli uffici del Ministero già durante la vacatio legis, i 42 giorni necessari -nell'ipotesi più rapida- al ridisegno delle circoscrizioni scadrebbero il 27 ottobre, troppo tardi per votare a novembre. Tirando le fila, le cose sono due: o si vota a novembre con questa legge elettorale e della riforma se ne riparla (forse) dopo le elezioni, oppure si cerca di fare la riforma (e non è detto che ci si riesca) e si vota in primavera. Ma, se si supera novembre il Pdl sarà ancora disposto a fare la riforma? Anche solo per ripicca, per il fatto di andare al voto dopo la (scontata) condanna di Berlusconi, non ci sarebbe da attendersi un atteggiamento diverso? E, soprattutto, siamo proprio così sicuri che in primavera gli orientamenti dell'elettorato restino ancora così favorevoli al centro sinistra? di Aldo Giannuli

Lascia il primo commento! | Aggiungi ai preferiti (115) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 1462

 
<< Inizio < Prec. 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 Pross. > Fine >>

Risultati 573 - 576 di 641





NIGERIA TV..........................................................
NIGERIA TV




MATTEO SALVINI FIGURA DI MERDA PARLAMENTO EUROPEO


MOTIVAZIOI ASSOLUZIONE BERLUSCONI PROCESSO RUBY




Sirene, ilmistero svelato su DISCOVERY


squalo mangia squalo


STRAORDINARIO


iLIKE.TV ........................................





UKRAINA..TV...........................................
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
WEBCAM WORLDWEBCAM....................................
Atene


Parigi
Vai alla webcam Paris, Eiffel Tower - EiffelCam 285 a Europa / Francia / Quartier des Invalides

Londra
Alternate Text

vivere di sola frutta

FIGURE DI MERDA


PALAS Civitanova Marche





curl 'https://hddn01.skylinewebcams.com/031504094AUK-1504113703928.ts' \ -XGET \ -H 'Referer: https://www.skylinewebcams.com/it/webcam/espana/comunidad-de-madrid/madrid/puerta-del-sol.html' \ -H 'Origin: https://www.skylinewebcams.com' \ -H 'Accept: */*' \ -H 'User-Agent: Mozilla/5.0 (Macintosh; Intel Mac OS X 10_12_6) AppleWebKit/603.3.8 (KHTML, like Gecko) Version/10.1.2 Safari/603.3.8'
<
  | Top |