VIGNETTE !!!!!
Home
Contattaci
Notizie
Collegamenti web
Dall'Italia e dal mondo


888 PERSONAL SHOPPER
COME NASCE L'IDEA



Un gruppo di ragazzi e qualche birra fresca, dopo una giornata a visitare alcuni dei negozi più cool d’Europa. Creiamo un vero e proprio calendario degli sconti in giro per il mondo! “Best brands@best boutiques”. Organizzare veri e propri viaggi nei periodi migliori per fare acquisti dei brand che preferiamo e contemporaneamente visitare e rivisitare città. Il lato più positivo è che questa idea ci permette anche di aiutare boutique, profumerie, parrucchieri, ristoratori, albergatori e tutti gli altri operatori commerciali, a fare sistema creando una rete che si aiuta e si sostiene vicendevolmente Provate a pensare: nel periodo di sconto della boutique, anche hotel, ristoranti, parrucchieri, profumerie e tutti quelli potenzialmente coinvolti attivano promozioni dedicate a visitatori specifici, quelli che hanno visitato la boutique. Visitare una città completamente in saldo in un dato periodo sarebbe un’occasione che attirerebbe persone da tutto il mondo, senza ombra di dubbio. “Noi vogliamo dare il nostro contributo affinchè tutto questo si possa realizzare



Chi è il personal shopper?

Il personal shopper è una moderna figura professionale una sorta di consulente personale di shopping. E' anche un consulente d'immagine che da indicazioni concrete sia per un cambio di look totale quanto per migliorare il proprio stile o apparenza
Accompagna i propri clienti nello shopping fornendo consigli su cosa comprare e dove, per realizzare lo stile che meglio rispecchia i desideri e le necessità del cliente.
cerca di raccogliere il maggior numero di informazioni possibile, per delineare lo stile di vita del cliente, i suoi obbiettivi personali e professionali e quindi l’immagine che vuole dare di se.
L'abito non fa il monaco ma nel mondo di oggi, spesso, le persone si fermano alla prima impressione, che è quella che conta. seguici su www.888ps.it





Nasce l'inno dei medici contro il virus

Un video musicale per raccomandare ai cittadini di restare a casa. È quello realizzato dalla Federazione Italiana delle Società Medico Scientifiche (Fism) suonato e cantato da medici specialisti e rilanciato sui social della Fism e del Ministero della Salute. Pur impegnati in un momento così difficile, un gruppo di medici da tutta Italia ha voluto trovare il tempo, tra un turno e l'altro, per prendere gli strumenti in mano e rilanciare l'invito ai cittadini a restare a casa. Il testo è stato scritto appositamente per loro dal maestro Giulio Rapetti Mogol che ha rivisto le parole originarie de “Il mio canto libero”, il classico della canzone italiana scritto con Lucio Battisti. È così nata l'idea di interpretare la canzone, ovviamente a distanza, mettendo a valore le capacità musicali di tanti professionisti delle corsie di tutta Italia per sottolineare come il difficile lavoro negli ospedali debba essere sostenuto dall'impegno di tutti. Ne è nato un vero e proprio inno che, pur nella fatica, non abbandona la speranza. Come recita il testo “adesso resta a casa, esci solo a far la spesa… domani un nuovo giorno sarà”.



Un gruppo di 30 sanitari albanesi è arrivato in Italia. Le parole del premier albanese: "Noi non siamo ricchi ma neanche privi di memoria, non abbandoniamo mai gli amici in difficoltà. Questa è una guerra che non si vince da soli.
i



Domenico Bini

il momento

sta andando tutto male

O SIGNORE






La strana creatura è stata filmata in un villaggio di Miao nel Kunming, nella Cina Meridionale. Si tratta di una mutazione genetica oppure di tanta suggestione?
Con il calcio riparte un’industria strategica per il Paese PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
sabato 30 maggio 2020

Fischio d’inizio, riparte il campionato. L’epilogo migliore per un settore, quello del calcio, che rappresenta un asset importante per l’economia del Paese e per tutto lo sport. Noi portavoce del MoVimento 5 Stelle in queste settimane ci siamo battuti perché il calcio ricominciasse in sicurezza e seguendo i protocolli del Comitato tecnico-scientifico. A marzo-aprile, mentre la pandemia si diffondeva, una ripartenza sembrava impossibile. E ancora oggi qualcuno critica la decisione puntando l’indice contro i calciatori “ricchi e privilegiati” o le deroghe consentite alle società di serie A in barba alle restrizioni per i cittadini. Piaccia o meno, va tenuto ben in mente che il calcio professionistico è un’industria e come tale va trattata. Un’industria che genera spettacolo e intrattenimento dando lavoro a oltre 120mila persone, un asset fondamentale a livello sportivo, economico e sociale.
I numeri ci vengono in soccorso: il calcio professionistico incide da solo per il 70% del contributo fiscale complessivo generato dal comparto sportivo italiano. Nel 2016 la contribuzione fiscale e previdenziale aggregata del calcio professionistico ha sfiorato gli 1,2 miliardi di euro. Tutti soldi che entrano nelle casse dello Stato e che ritornano allo sport, a tutti gli sport. La chiusura del campionato avrebbe provocato un disastro economico e sociale: ecco perché ci siamo spesi per una ripresa in sicurezza.
In ballo non c’è soltanto il destino di qualche star del pallone, ma c’è la salvaguardia dell’intero sistema sportivo: bisogna evitare il fallimento delle società, siano esse quotate in borsa o dilettantistiche, conservando il più possibile i posti di lavoro. E non parliamo dei calciatori che guadagnano milioni di euro (tema sul quale si potrebbe aprire un dibattito infinito) ma, appunto, delle migliaia di lavoratori e collaboratori delle società e del loro indotto, gente che non si può permettere di non ricevere lo stipendio per 4 o 5 mesi.
Va evidenziato, tra l’altro, che le spese per i tamponi e i test sierologici a cui saranno costantemente sottoposti i calciatori sono a carico delle società sportive. Nulla verrà tolto ai cittadini italiani. Con la riapertura del campionato abbiamo evitato che si generasse un effetto a valanga che avrebbe travolto tutte le società dilettantistiche. Ci preme ribadire un concetto basilare: lo sport professionistico (in questo caso calcio professionistico) e sport dilettantistico (quello chiamato “di base”) non sono antagonisti, non possono esserlo. Demonizzare l’uno in favore dell’altro significa non aver conoscenza del settore o non esser onesti intellettualmente. L’uno è funzionale all’altro: se il professionismo genera un valore economico, questo valore viene usato anche per sostenere tutto il movimento sportivo. E il movimento di base, quello fatto di bambini e ragazzi, che così fanno attività motoria e socializzano e forse un domani, in pochissimi casi, saranno campioni in forza alla Nazionale italiana.
Il senso della riforma dello sport, che a inizio legislatura il MoVimento 5 Stelle ha fortemente voluto, è proprio quello di cui abbiamo scritto sopra: aver creato Sport e Salute, una società dello Stato che deve dare massima attenzione allo sport di base, distinta dal CONI che invece deve occuparsi di preparazione olimpica per far competere il nostro Paese ai massimi vertici mondiali. Due società funzionali l’una all’altra che devono dialogare in maniera costante e costruttiva, ma con obiettivi differenti.
Per questo la riapertura del campionato è una vittoria per tutto lo sport, mentre la sospensione avrebbe per giunta accentuato ulteriormente il divario tra l’Italia e gli altri Paesi – Germania, Spagna e Inghilterra, in primis – che hanno già fatto ripartire o stanno per far ripartire i loro tornei. Ovviamente ci sono ancora nodi da sciogliere, come la quarantena dell’intera squadra in caso di calciatore positivo al Covid-19, nodi che andranno affrontati nelle prossime settimane verificando attentamente gli sviluppi della curva epidemiologica nel Paese. Intanto guardiamo con fiducia a questo altro piccolo passo verso la normalità. Palla al centro.
di Felice Mariani, Nicola Provenza, Manuel Tuzi, Simone Valente, deputati del MoVimento 5 Stelle
font.blogdellestelle


Aggiungi ai preferiti (31) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 94

Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

 
< Prec.   Pros. >





BESTBRANDS@BESTBOUTIQUES......................................................



Perchè un calendario degli sconti bestbrands@bestboutiques ?


Forse perchè ti offre l'occasione di acquistare quel capo che hai sempre sognato !
Forse perchè ti offre l'occasione di visitare una nuova città e conoscere
gente nuova !
Forse perchè mettendosi insieme commercianti e artigiani possono combattere questa battaglia con la speranza di vincere !
Forse perche se non c'era bisognava inventarlo !
Iscriviti su 888 Personal Shopper
#888personalshopper #bestbrands #bestboutiques #future




Forse è la soluzione giusta
Un calendario degli sconti bestbrands@bestboutiques ?
Offre l'occasione di acquistare quel capo che hai sempre sognato !
Offre l'occasione di visitare una nuova città e conoscere gente nuova !
Offre a commercianti e artigiani la possibilità di combattere questa battaglia con la speranza di vincere !
Non c'era e bisognava inventarlo !
Iscriviti su 888 Personal Shopper
#888personalshopper #bestbrands #bestboutiques #future




Un calendario degli sconti bestbrands@bestboutiques Sarà la soluzione giusta🥰🥰🥰

Sarà l’occasione di acquistare i capi da sempre sognati spendendo cifre non da capogiro🙂🙂🙂

Sarà l’occasione di vedere nuove città e conoscere nuova gente visitando i musei, i monumenti e i migliori ristoranti😋😋😋

Sarà l’occasione per mettere insieme commercianti e artigiani sfruttando al meglio le loro sinergie😍😍😍


Iscriviti su 888 Personal Shopper
#888personalshopper #bestbrands #bestboutiques #future


888 Personal Shopper.........................................


Cambio di paradigma




Cosa succederebbe se le boutique di abbigliamento, accessori e fragranze unissero i loro sforzi inserendosi in un network e nel periodo dei loro sconti, accordandosi con hotel, b&b, ristoranti, musei, parrucchieri estetisti teatri cinema etc della loro zona, offrissero ai clienti da fuori regione e non solo, dei coupon di sconti legati agli acquisti fatti in boutique?
iscriviti su www.888ps.it


iscriviti e Seguici su 888 Personal Shopper




Il futuro del retail


In questi tempi il mondo fa i conti con una tragedia socioeconomica dalle proporzioni immani. Il problema sanitario lentamente rientrerà, ma inevitabilmente ci si interroga per capire come affrontare al meglio il dramma economico. Da questo punto di vista non è solamente necessario studiare provvedimenti per tamponare le perdite, ma anche progettare la ripresa. Una ripresa che però avverrà in un contesto profondamente diverso, di cui è necessario comprendere fin da ora le dinamiche per ideare strategie efficaci.

Seguici su 888 Personal Shopper



\n Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo


Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
INFORMAZIONE LIBERA

L'INVASIONE DEI MILITARI USA IN EUROPA, SPIEGATA MEGLIO - Manlio Dinucci - #Byoblu24


DIEGO FUSARO: Controinformazione. Cosa sta davvero accadendo? Carri armati, Ue, situazione economica


"Coronavirus: incomprensibile che vengano prese precauzioni diverse all'interno dell'UE" ► Michetti

  | Top |