banner475x1502.jpg
VIGNETTE !!!!!
renzi8.jpg
il METEO.
Home
Contattaci
Notizie
Collegamenti web
divieto di ingresso
fb-divieto-di-accesso-politici-big.jpg
baratto online

">
 
Rassegna.it
CIVILTANO' - LA 7 NEWS
dal mondo
Intelligente come un polipo!

Che fine ha fatto Tartaglia?

L'uomo che nel 2009 colpì l'allora premier con una miniatura del Duomo è stato fotografato al centro commerciale di Peschiera Borromeo. Le immagini sul settimanale Oggi Nel 2009 ferì l’allora premier Silvio Berlusconi lanciandogli una miniatura del Duomo. Poi venne assolto perché riconosciuto incapace di intendere e di volere al momento del fatto. E a cinque anni di distanza Massimo Tartaglia è stato fotografato mentre partecipava a un casting per lavorare come Babbo Natale in un grosso centro commerciale a pochi chilometri da Milano, la Galleria Borromea di Peschiera Borromeo. Le foto sono state pubblicate dal settimanale Oggi, in edicola mercoledì 10 dicembre. Nessuno degli spettatori che ha assistito al casting lo ha riconosciuto. Alla domanda con chi avrebbe voluto pranzare nei panni di Babbo Natale, Tartaglia ha risposto a Oggi: “Se fossi Babbo Natale, credo che dovrei pranzare con la Befana, sbaglio?”. Ma non vorrebbe cenare con un’attrice o magari con un politico?: “Beh, i politici forse è meglio che li lasci perdere

MOSTRO IN ISLANDA

Il mostro del lago esiste davvero: "E' lungo 30 metri" Nessie, abitante del lago di Loch Ness, è ancora relegata a leggenda. Lagarfljótsormur, mostro del lago di Lagarfljót, è invece realtà. A confermarlo, il governo islandese
ISLANDA - Fino a poche ore fa era solo una leggenda. Niente di più e niente di meno che una sorta di "amico a distanza" di Nessie. Ma da oggi il lago "Lagarfljót" potrebbe superare la fama di quello di Loch Ness. "Lagarfljótsormur", un mostro di novanta metri, esiste davvero. A confermare l'esistenza del lungo serpente è stata una commissione governativa islandese che, con sette voti a favore e sei contrari, ha sancito l'autenticità di un filmato girato nel 2012 e che potete vedere qui sotto. Fino ad oggi il "mostro" era stato bollato come una semplice rete da pesca allungata, ma dopo la votazione della Commissione la versione ufficiale è che "Lagarfljótsormur" esiste. O forse - sottolineamo, forse - si tratta solo di una trovata pubblicitaria del governo per rilanciare il turismo. Forse.

MOSTRO MARINO IN VIETNAM

la notizia del ritrovamento di un gigante mostro marino in Vietnam, riportata dal sito giapponese Karapaia. Nel video la grossa e lunga creatura di colore grigio è circondata da una folla di persone, alcune delle quali impegnata ad ispezionare l'enorme bocca dell'imponente creatura, appoggiata su un rimorchio. Ma cosa potrebbe essere. un verme gigante, un mostro marino, un alieno o addirittura un esperimento animale finito male?

Attenti alle Sirene !!!!!




SCERZO NEL BAGNO DELLE RAGAZZE
LA FOTO DEL FANTASMA

ADAM Cantano con il vibratore


Tutti matti

Alieni in gabbia


spider cat Un gatto si è arrampicato sulla finestra di una porta esterna di una veranda, in perfetto stile Uomo Ragno, aprendo poi la porta per entrare in casa. Il filmato, inviato allo show televisivo America’s Funniest Home Videos, è diventato una hit su YouTube. un fotogramma dell'arrampicata Nella descrizione del filmato viene detto che il gatto si arrampica sul vetro: una prestazione assolutamente notevole, quella del felino, se fosse confermata. Più probabilmente, il gatto si arrampica su una zanzariera, ma questo non toglie nulla al “gesto atletico” del felino.

DONNA BARBUTA E SI PIACE COSI'

Harnaam Kaur soffre della sindrome dell'ovaio policistico, una patologia che fa crescere una folta peluria su braccia, petto e viso. La ragazza ha visto spuntare i primi peli a soli 11 anni e da lì si è trovata ad affrontare un vero dramma psicologico.
Per anni sono stati numerosi gli insulti e le offese che ha dovuto sopportare, persino minacce di morte da parte dei bulli. Oggi però sta bene e ride di tutto questo, grazie all'avvicinamento allo Sikhismo, una religione che vieta di tagliare i peli del proprio corpo.
Harnaam ha deciso di non tagliare più la barba in segno di rispetto verso sé stessa. "Dio mi ha creata così e devo essere contenta, ho imparato ad amarmi per ciò che sono, nulla può più turbarmi".

IO ERO UN ELFO

In agricoltura la lotta alla siccità diventa hi-tech PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
martedì 02 aprile 2019



Quanto e come risparmiare l’acqua è la sfida di questo secolo. Cambiamenti climatici, siccità e desertificazione avanzano nel mondo e anche in Italia e l’agricoltura, che utilizza il 70% dell’acqua di cui disponiamo per l’irrigazione, deve fare i conti con questa sfida puntando su ricerca e innovazione. Una sperimentazione che segue diverse direttrici: da una sempre maggiore conoscenza delle condizioni del terreno e della stagionalità fino alla selezione delle colture più adatte e al cosiddetto dryfarming, la valorizzazione cioè di una pratica dalle radici antiche che rende possibile la coltivazione anche su terreni aridi. Questa pratica si definisce anche arido-coltura, e la sua importanza sarà sempre maggiore su un Pianeta in cui oltre la metà delle aree coltivate è in aree con scarse precipitazioni.
L’obiettivo, in sintesi, è quello di massimizzare le performance per ottenere un nuovo modo di fare agricoltura, rendendola sostenibile. Per Marco Ciarletti, amministratore delegato della startup Soonapse, la grande sfida è quella di rendere affidabile e alla portata di tutti l’agricoltura di precisione: “Ploovium è una soluzione tecnologica che consente agli agricoltori di capire cosa succede e cosa succederà nei prossimi 5 giorni sotto la superficie del terreno che coltivano, e permette loro di decidere con maggior sicurezza quando occorre irrigare e quanta acqua dare”. Si tratta di un servizio su cloud che lavora tramite una app. La sua base-dati agronomica consente di prevedere il comportamento idrico di ogni suolo e coltura, fornendo consigli su quando e quanto irrigare, con una specifica attenzione alle effettive necessità ottimizzando l’uso dell’acqua anche con il 30% di risparmio e tutti i costi connessi all’irrigazione.
Le tecnologie al servizio dell’obiettivo spreco d’acqua zero sono tante e diverse. In Italia altre startup come Soonapse puntato sull’Internet delle cose, sull’automazione, sull’incrocio di diversi dati o sui droni per monitorare i terreni agricoli e consentire un’agricoltura “di precisione”, nella quale l’efficienza e il risparmio idrico sono assicurati dalle tecnologie a supporto degli agricoltori. E iniziative analoghe sono ormai diffusissime nel mondo: in Australia, per fare un esempio, i ricercatori della Monash University hanno equipaggiato un drone in grado di rilevare a mappare con le microonde l’umidità del suolo informando l’agricoltore sul modo migliore di irrigare. Altri metodi vengono sperimentati in India, dove 140mila agricoltori in Andhra Pradesh e circa 100mila in Karnataka hanno promosso l’agricoltura naturale a budget zero. Un’iniziativa che punta sulla crescita naturale delle colture senza aggiungere fertilizzanti sintetici e pesticidi. Anche la ricerca scientifica sta dando il suo contributo a rendere più ‘smart’ le colture, partendo persino dalla selezione di piante che sono più in grado di termoregolarsi e dunque di disperdere meno acqua dai loro stomi, i minuscoli fori presenti sulle foglie, in presenza di eccessiva aridità. Uno studio pubblicato sulla rivista Trends in Plant Science riassume lo stato attuale delle conoscenze sui modi in cui le piante regolano il loro bilancio idrico. Gli studiosi hanno ricostruito la storia evolutiva di importanti geni che controllano il movimento dei pori delle foglie nelle piante da fiore, scoprendo che questi geni si sono probabilmente sviluppati prima che le prime piante colonizzassero la Terra, a conferma di quanto sia vitale la capacità di “tenere sotto controllo” l’acqua.
Tornando al nostro Paese, ci sono sempre più zone in cui l’acqua sta diventando un bene scarso, per questo “l’ottimizzazione del suo utilizzo è spesso determinante per riuscire ad arrivare in modo efficace al raccolto”, spiega Marco Ciarletti. “Dopo l’estate di siccità del 2017, dove in Italia abbiamo perso oltre 2 miliardi di euro per i danni alle colture, nel 2018 molti invasi erano in condizioni critiche. Per la prima volta nella sua storia il Consorzio della Capitanata, in Puglia, ha emesso un comunicato dicendo agli agricoltori che non sarebbe stato in grado di assicurare la fornitura di acqua per l’intera stagione irrigua. Forse, utilizzando tutti il 30% in meno di acqua, e facendolo in modo misurato e sicuro, si permetterà a tutti di non correre questo rischio in futuro”.
Al risparmio della nostra risorsa più preziosa, poi, si aggiunge il vantaggio di ottenere anche un risparmio economico. “Il costo medio dell’acqua agricola fornita da Consorzi di Bonifica ed altri enti è di circa 750 euro l’anno per ettaro. Significa che anche una piccola azienda con appena 20 ettari irrigui spende 15mila euro l’anno solo di acqua. E in Italia ci sono oltre 700.000 aziende agricole con coltivazioni irrigue”, spiega Ciarletti. Una minor spesa che si riflette infine sui costi generali dell’irrigazione, come l’energia elettrica per le pompe o i carburanti, “costi che in genere sono superiori dalle 2 alle 10 volte rispetto a quelli dell’acqua” precisa l’ad di Soonapse.
C’è un ultimo aspetto che si spera possa essere favorito dalle sempre più frequenti applicazioni di soluzioni ha-tech per potenziare la resa del lavoro agricolo: quello dell’impiego e maggior interesse di giovani. I dati ci dicono che l’Italia è ancora sotto la media europea per l’impiego di under 35 in agricoltura, ma il fiorire di startup e l’espandersi dell’automazione di molti processi, oltre agli indubitabili vantaggi ambientali ed economici, può senz’altro favorire la maggiore occupazione di giovani nel settore.
font.blogdellestelle


Aggiungi ai preferiti (3) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 11

Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

 
< Prec.   Pros. >





NIGERIA TV..........................................................
NIGERIA TV



MOTIVAZIOI ASSOLUZIONE BERLUSCONI PROCESSO RUBY




Sirene, ilmistero svelato su DISCOVERY


squalo mangia squalo


STRAORDINARIO


UKRAINA..TV...........................................
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
WEBCAM WORLDWEBCAM....................................
Parigi
Vai alla webcam Paris, Eiffel Tower - EiffelCam 285 a Europa / Francia / Quartier des Invalides


vivere di sola frutta

PALAS Civitanova Marche





  | Top |