banner475x1502.jpg
VIGNETTE !!!!!
scudo fiscale1.jpg
il METEO.
Home
Contattaci
Notizie
Collegamenti web
divieto di ingresso
fb-divieto-di-accesso-politici-big.jpg
baratto online

">
 
Rassegna.it
CIVILTANO' - LA 7 NEWS
dal mondo
Intelligente come un polipo!

Che fine ha fatto Tartaglia?

L'uomo che nel 2009 colpì l'allora premier con una miniatura del Duomo è stato fotografato al centro commerciale di Peschiera Borromeo. Le immagini sul settimanale Oggi Nel 2009 ferì l’allora premier Silvio Berlusconi lanciandogli una miniatura del Duomo. Poi venne assolto perché riconosciuto incapace di intendere e di volere al momento del fatto. E a cinque anni di distanza Massimo Tartaglia è stato fotografato mentre partecipava a un casting per lavorare come Babbo Natale in un grosso centro commerciale a pochi chilometri da Milano, la Galleria Borromea di Peschiera Borromeo. Le foto sono state pubblicate dal settimanale Oggi, in edicola mercoledì 10 dicembre. Nessuno degli spettatori che ha assistito al casting lo ha riconosciuto. Alla domanda con chi avrebbe voluto pranzare nei panni di Babbo Natale, Tartaglia ha risposto a Oggi: “Se fossi Babbo Natale, credo che dovrei pranzare con la Befana, sbaglio?”. Ma non vorrebbe cenare con un’attrice o magari con un politico?: “Beh, i politici forse è meglio che li lasci perdere

MOSTRO IN ISLANDA

Il mostro del lago esiste davvero: "E' lungo 30 metri" Nessie, abitante del lago di Loch Ness, è ancora relegata a leggenda. Lagarfljótsormur, mostro del lago di Lagarfljót, è invece realtà. A confermarlo, il governo islandese
ISLANDA - Fino a poche ore fa era solo una leggenda. Niente di più e niente di meno che una sorta di "amico a distanza" di Nessie. Ma da oggi il lago "Lagarfljót" potrebbe superare la fama di quello di Loch Ness. "Lagarfljótsormur", un mostro di novanta metri, esiste davvero. A confermare l'esistenza del lungo serpente è stata una commissione governativa islandese che, con sette voti a favore e sei contrari, ha sancito l'autenticità di un filmato girato nel 2012 e che potete vedere qui sotto. Fino ad oggi il "mostro" era stato bollato come una semplice rete da pesca allungata, ma dopo la votazione della Commissione la versione ufficiale è che "Lagarfljótsormur" esiste. O forse - sottolineamo, forse - si tratta solo di una trovata pubblicitaria del governo per rilanciare il turismo. Forse.

MOSTRO MARINO IN VIETNAM

la notizia del ritrovamento di un gigante mostro marino in Vietnam, riportata dal sito giapponese Karapaia. Nel video la grossa e lunga creatura di colore grigio è circondata da una folla di persone, alcune delle quali impegnata ad ispezionare l'enorme bocca dell'imponente creatura, appoggiata su un rimorchio. Ma cosa potrebbe essere. un verme gigante, un mostro marino, un alieno o addirittura un esperimento animale finito male?

Attenti alle Sirene !!!!!




SCERZO NEL BAGNO DELLE RAGAZZE
LA FOTO DEL FANTASMA

ADAM Cantano con il vibratore


Tutti matti

Alieni in gabbia


spider cat Un gatto si è arrampicato sulla finestra di una porta esterna di una veranda, in perfetto stile Uomo Ragno, aprendo poi la porta per entrare in casa. Il filmato, inviato allo show televisivo America’s Funniest Home Videos, è diventato una hit su YouTube. un fotogramma dell'arrampicata Nella descrizione del filmato viene detto che il gatto si arrampica sul vetro: una prestazione assolutamente notevole, quella del felino, se fosse confermata. Più probabilmente, il gatto si arrampica su una zanzariera, ma questo non toglie nulla al “gesto atletico” del felino.

DONNA BARBUTA E SI PIACE COSI'

Harnaam Kaur soffre della sindrome dell'ovaio policistico, una patologia che fa crescere una folta peluria su braccia, petto e viso. La ragazza ha visto spuntare i primi peli a soli 11 anni e da lì si è trovata ad affrontare un vero dramma psicologico.
Per anni sono stati numerosi gli insulti e le offese che ha dovuto sopportare, persino minacce di morte da parte dei bulli. Oggi però sta bene e ride di tutto questo, grazie all'avvicinamento allo Sikhismo, una religione che vieta di tagliare i peli del proprio corpo.
Harnaam ha deciso di non tagliare più la barba in segno di rispetto verso sé stessa. "Dio mi ha creata così e devo essere contenta, ho imparato ad amarmi per ciò che sono, nulla può più turbarmi".

IO ERO UN ELFO

L’Islanda è un Paese per donne PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
mercoledì 10 gennaio 2018




L’Islanda non sta aspettando che il divario retributivo di genere si risolva da sé: a partire dal primo gennaio è illegale che i datori di lavoro paghino meno le donne degli uomini e sia i datori di lavoro pubblici che privati ​​con 25 o più dipendenti dovranno ottenere annualmente la certificazione governativa di parità salariale, chi non sarà in fregola dovrà pagare multe salatissime. Una legge che verrà attuata dalla nuova premier islandese, la 42enne Katrín Jakobsdóttir, leader della Vinstrihreyfingin – grænt framboð (Sinistra – Movimento Verde), ma che era stata approvata insieme dal precedente governo di centro-destra e dall’opposizione di centro-sinistra.
Finora in Islanda i salari medi delle donne erano solo il 70,3% della retribuzione media degli uomini. La legge prevede di attuare l’Equal Pay standard e l’ex governo di centro.destra aveva dichiarato che «L’uguaglianza in senso lato è parte integrante di una società giusta ed equa. L’uguaglianza del mercato del lavoro è un aspetto importante di tutto questo».
L’Islanda vuole così accelerare il processo che in Italia è così lento da essere quasi immobile: Dagny Osk Aradottir Pind, del Kvenréttindafélag Íslands (Icelandic Women’s Rights Association – Iwra) ha detto ad Al Jazeera: «Avevamo da decenni una legislazione che dice che la retribuzione dovrebbe essere uguale per uomini e donne, ma abbiamo ancora un divario salariale». Ma in un Paese dove il Parlamento è costituito quasi al 50% da donne è stato finalmente possibile passare dalle parole ai fatti.
E i fatti sono anche che l’Islanda è al primo posto nella sottoclassifica, dell’empowerment politico, cioè nella partecipazione delle donne alla vita politica, del Global Gender Gap Report 2017 del World economic forum, dove l’Italia occupa un 46esimo posto (0.234 punti), sideralmente distante dall’Islanda Islanda (0.750) e dagli altri Paesi della Top ten: Nicaragua (0.576), Rwanda (0.539), Norvergia (0.530), Finlandia (0.519), Irlanda e Bangladesh (0.493), Svezia (0.486), Francia (0.453), Germania (0.447), ma anche dagli Usa che si fermano al 96esimo posto con solo il 19% di donne elette al Congresso. facendo peggio anche di Nepal, Algeria e Pakistan.
Ma il nostro Paese precipita addirittura al 118esimo posto (0.571 punti) quando si passa alla partecipazione e le opportunità economiche. La lista dei primi 10 Paesi dove la partecipazione all’economia e le opportunità per le donne sono maggiori è abbastanza sorprendente: Burundi (0,911 punti), Barbados, Bahamas, Benin, Bielorussia, Botswana, Rwanda, Norvegia, Namibia e Guinea, mentre all’11esimo posto c’è la Moldova, che esporta badanti, che precede la ricchissima Svezia, dove le badanti emigrerebbero più che volentieri. La top ten è costituita – tolte la Norvegia e delle turistiche Bahamas – quasi esclusivamente da Paesi poveri, dove l’agricoltura familiare e il piccolo commercio (e quindi il reddito) sono spesso nelle mani e sulle spalle delle donne. I Paesi dove la differenza di reddito tra uomini e donne è più alta e le opportunità di lavoro femminile più basse sono: Egitto, Timor Leste, Marocco, Giordania, India, Iran, Yemen, Arabia Saudita, Pakistan e Siria, ultima con lo 0.274.
Secondo il Global Gender Gap Report 2017. che esamina il divario di genere in 144 Paesi del modo analizzandolo in 4 categorie: partecipazione e opportunità economiche, livello di istruzione, salute e sopravvivenza e empowerment politico. l’Islanda è già, con 0.878 punti, il Paese migliore al mondo per le donne, seguito da Norvegia (0.830), Finlandia (0.823), Rwanda (0.822), Svezia (0.816), Nicaragua (0.814), Slovenia (0.805), Irlanda/Eire (0.794), Nova Zelanda (0.791) e Filippine (0.790) In questa classifica generale l’Italia si ferma a un poco onorevole 82esimo posto, con un punteggio di 0.692 come Grecia, Belize, Madagascar e Messico. Precediamo di un millesimo Paesi come Myanmar, Indonesia e Kirghizistan. Siamo però fortunatamente distanti dai 10 Paesi che chiudono la classifica e dove per le donne la vita è davvero difficile: Giordania (0.604 punti), Marocco (0.598), Libano (0.596), Arabia Saudita (0.584), Mali e Iran (0.583), Ciad (0.575), Siria (0.568), Pakistan (0.546) e Yemen (0.516).
L’Italia risale al 60esimo (0.995) per livello di istruzione, ma qui i Paesi a punteggio intero 1, dove è stata raggiunta la parità di istruzione uomo/donna, sono ben 27: Australia, Bahamas, Barbados, Belgio, Botswana, Brasile, Canada, Cuba, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Irlanda, Israele, Jamaica, Lettonia, Lesotho, Lituania, Lussemburgo, Maldive, Malta, Olanda, Filippine, Slovacchia, Slovenia e Usa. I 10 Paesi dove il gap di istruzione tra uomini e donne è più forte e l’analfabetismo femminile ancora diffuso sono Nigeria, Pakistan, Costa d’Avorio, Liberia, Angola, Mali, Yemen, Benin, Guinea e Ciad, ultimo a 0.572 punti.
L’Italia sprofonda addirittura al 123esimo (0.967 punti) per salute e sopravvivenza, ma qui, anche se i distacchi tra i diversi Paesi sono molto più ridotti, c’è davvero qualcosa che non quadra, visto che l’Italia è uno dei Paesi più longevi del mondo – e le donne lo sono ancora di più – e il nostro sistema sanitario di assistenza universale, nonostante le sue pecche, è invidiato da molti, anche dei 34 Paesi che condividono la testa della classifica a punteggio pieno. Questa sottoclassifica del Global Gender Gap Report 2017 è chiusa dalla Cina con 0,918 punti, preceduta da Iran, Bahrain, Bhutan, Vietnam, Mali, Pakistan, India, Azerbaigian e Armenia.
Fonte: greenreport.it/unimondo.org



Aggiungi ai preferiti (63) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 389

Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Solo gli utenti registrati possono scrivere commenti.
Effettua il logi o registrati.

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

 
< Prec.   Pros. >





NIGERIA TV..........................................................
NIGERIA TV



MOTIVAZIOI ASSOLUZIONE BERLUSCONI PROCESSO RUBY




Sirene, ilmistero svelato su DISCOVERY


squalo mangia squalo


STRAORDINARIO


UKRAINA..TV...........................................
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
WEBCAM WORLDWEBCAM....................................
Parigi
Vai alla webcam Paris, Eiffel Tower - EiffelCam 285 a Europa / Francia / Quartier des Invalides


vivere di sola frutta

PALAS Civitanova Marche





  | Top |