banner475x1502.jpg
il METEO.
Home
Contattaci
Notizie
Collegamenti web
divieto di ingresso
fb-divieto-di-accesso-politici-big.jpg
baratto online

">
 
Rassegna.it
dal mondo
Intelligente come un polipo!

Che fine ha fatto Tartaglia?

L'uomo che nel 2009 colpì l'allora premier con una miniatura del Duomo è stato fotografato al centro commerciale di Peschiera Borromeo. Le immagini sul settimanale Oggi Nel 2009 ferì l’allora premier Silvio Berlusconi lanciandogli una miniatura del Duomo. Poi venne assolto perché riconosciuto incapace di intendere e di volere al momento del fatto. E a cinque anni di distanza Massimo Tartaglia è stato fotografato mentre partecipava a un casting per lavorare come Babbo Natale in un grosso centro commerciale a pochi chilometri da Milano, la Galleria Borromea di Peschiera Borromeo. Le foto sono state pubblicate dal settimanale Oggi, in edicola mercoledì 10 dicembre. Nessuno degli spettatori che ha assistito al casting lo ha riconosciuto. Alla domanda con chi avrebbe voluto pranzare nei panni di Babbo Natale, Tartaglia ha risposto a Oggi: “Se fossi Babbo Natale, credo che dovrei pranzare con la Befana, sbaglio?”. Ma non vorrebbe cenare con un’attrice o magari con un politico?: “Beh, i politici forse è meglio che li lasci perdere

MOSTRO IN ISLANDA

Il mostro del lago esiste davvero: "E' lungo 30 metri" Nessie, abitante del lago di Loch Ness, è ancora relegata a leggenda. Lagarfljótsormur, mostro del lago di Lagarfljót, è invece realtà. A confermarlo, il governo islandese
ISLANDA - Fino a poche ore fa era solo una leggenda. Niente di più e niente di meno che una sorta di "amico a distanza" di Nessie. Ma da oggi il lago "Lagarfljót" potrebbe superare la fama di quello di Loch Ness. "Lagarfljótsormur", un mostro di novanta metri, esiste davvero. A confermare l'esistenza del lungo serpente è stata una commissione governativa islandese che, con sette voti a favore e sei contrari, ha sancito l'autenticità di un filmato girato nel 2012 e che potete vedere qui sotto. Fino ad oggi il "mostro" era stato bollato come una semplice rete da pesca allungata, ma dopo la votazione della Commissione la versione ufficiale è che "Lagarfljótsormur" esiste. O forse - sottolineamo, forse - si tratta solo di una trovata pubblicitaria del governo per rilanciare il turismo. Forse.

MOSTRO MARINO IN VIETNAM

la notizia del ritrovamento di un gigante mostro marino in Vietnam, riportata dal sito giapponese Karapaia. Nel video la grossa e lunga creatura di colore grigio è circondata da una folla di persone, alcune delle quali impegnata ad ispezionare l'enorme bocca dell'imponente creatura, appoggiata su un rimorchio. Ma cosa potrebbe essere. un verme gigante, un mostro marino, un alieno o addirittura un esperimento animale finito male?

Attenti alle Sirene !!!!!




SCERZO NEL BAGNO DELLE RAGAZZE
LA FOTO DEL FANTASMA

ADAM Cantano con il vibratore


Tutti matti

Alieni in gabbia


spider cat Un gatto si è arrampicato sulla finestra di una porta esterna di una veranda, in perfetto stile Uomo Ragno, aprendo poi la porta per entrare in casa. Il filmato, inviato allo show televisivo America’s Funniest Home Videos, è diventato una hit su YouTube. un fotogramma dell'arrampicata Nella descrizione del filmato viene detto che il gatto si arrampica sul vetro: una prestazione assolutamente notevole, quella del felino, se fosse confermata. Più probabilmente, il gatto si arrampica su una zanzariera, ma questo non toglie nulla al “gesto atletico” del felino.

DONNA BARBUTA E SI PIACE COSI'

Harnaam Kaur soffre della sindrome dell'ovaio policistico, una patologia che fa crescere una folta peluria su braccia, petto e viso. La ragazza ha visto spuntare i primi peli a soli 11 anni e da lì si è trovata ad affrontare un vero dramma psicologico.
Per anni sono stati numerosi gli insulti e le offese che ha dovuto sopportare, persino minacce di morte da parte dei bulli. Oggi però sta bene e ride di tutto questo, grazie all'avvicinamento allo Sikhismo, una religione che vieta di tagliare i peli del proprio corpo.
Harnaam ha deciso di non tagliare più la barba in segno di rispetto verso sé stessa. "Dio mi ha creata così e devo essere contenta, ho imparato ad amarmi per ciò che sono, nulla può più turbarmi".

IO ERO UN ELFO

la rivincita PDF Stampa E-mail
Valutazione utente: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
mercoledì 08 aprile 2009
Image

dal blog di andrea sarubbi parlamentare pd

Giornatona memorabile. Se non fosse per il terremoto, ve lo giuro, sarei euforico. Nel giro di una mattinata, siamo riusciti a far stralciare dal decreto l’articolo 6 sulle ronde ed abbiamo cancellato l’articolo 5, quello che allungava il limite di permanenza negli ex Cpt (ora Centri di identificazione e di espulsione) da 60 a 180 giorni. Sul primo punto, hanno fatto tutto da soli: dopo la nostra battaglia parlamentare di ieri, che si è conclusa a tarda sera, e le minacce di portarla avanti ad oltranza, hanno capito che l’unico modo per salvare le ronde sarebbe stato rinunciare alle vacanze di Pasqua, e così si sono rassegnati. Hanno anche provato a fermarci strumentalizzando il terremoto, facendoci fare di fronte all’opinione pubblica la figura degli sciacalli e costringendoci ad una battaglia durissima: vi trascrivo il resoconto del mio intervento a titolo personale (il regolamento ti lascia intervenire per un minuto quando sei in dissenso dal gruppo, ma nei casi di ostruzionismo il dissenso è chiaramente un pretesto) per darvi un’idea del clima. Con una precisazione: quando leggete la parola “commenti”, traducetela liberamente con ”urla, insulti e parolacce”.

ANDREA SARUBBI. Signor Presidente, siccome l’intervento è a titolo personale mi permetto di iniziarlo confessando all’Aula una personalissima situazione di disagio che sto vivendo da stamattina, da quando, per non stralciare l’articolo 6 da questo provvedimento, il ministro Maroni è riuscito nella poco nobile impresa di strumentalizzare il terremoto, seguito a ruota dall’onorevole Bocchino e, nel primo pomeriggio, dall’onorevole Cota.

In un momento in cui moltissimi militanti del PD sono impegnati concretamente sul campo accanto agli sfollati dell’Abruzzo e stanno raccogliendo offerte per la Caritas, materiale da inviare nelle zone colpite dal sisma, noi siamo costretti a restare qui e parlare a vuoto, ed è l’ultima cosa che vorremmo fare (Commenti dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania). Premesso questo, manifesto il mio dissenso dal gruppo perché, a differenza dei colleghi di gruppo che voteranno a favore, io mi asterrò. Ritengo infatti (Commenti dei deputati dei gruppi Popolo della Libertà e Lega Nord Padania)… Presidente, mi lascia concludere?

PRESIDENTE. Certo.

ANDREA SARUBBI.

Ritengo infatti, che l’emendamento Di Pietro 1.12, indipendentemente dal merito, non debba essere votato, perché tutto questo non ha senso. Non ha senso che la Lega tenga in scacco l’intero Parlamento, quando l’opposizione aveva già manifestato espressamente stamattina la propria disponibilità a collaborare (Applausi dei deputati del gruppo Partito Democratico).

Li abbiamo tenuti in Aula fino alle 21, dicevo, poi nella notte sono crollati. Ora ripresenteranno le ronde nel famigerato disegno di legge sulla sicurezza, insieme all’obbligo di denuncia sanitaria per gli immigrati irregolari. Lì non potremo fare ostruzionismo, perché i tempi sono contingentati, ma confido ancora nel voto segreto e nei dissidenti del Centrodestra perché qualche scelleratezza venga impedita. Ed è stato proprio il voto segreto, chiesto da noi, a mettere la Lega in minoranza sui Cpt: ce l’abbiamo fatta nonostante l’astensione dell’Italia dei valori, che a questo punto - dopo aver rastrellato tutti i voti possibili alla sinistra del Pd - dovrà qualche spiegazione al proprio elettorato.

Lascio i calcoli (del tutto ipotetici) agli esperti, ma sembrerebbe che almeno 20 deputati del Pdl abbiano votato insieme a noi: il che significa, e non era per niente scontato, che ci sono alcuni valori di fondo, alcune sensibilità condivise, più forti delle divisioni politiche. Lo dico anche in prospettiva, pensando al progetto di legge sulla cittadinanza che sto per depositare: oggi il Parlamento ha dimostrato di poter essere meno ideologico del governo, ha ribadito (innanzitutto a se stesso) che l’immigrazione è un fenomeno complesso, da non governare con gli slogan e con la pancia. I due partiti più populisti ne sono usciti male: la Lega ha addirittura abbandonato l’Aula, in segno di protesta, e sono sicuro che nelle prossime settimane riuscirà a far pesare il proprio potenziale di ricatto; l’Italia dei valori si è squagliata nel momento chiave, e questa per l’opposizione non è una buona notizia.


Aggiungi ai preferiti (295) | Riporta quest'articolo sul tuo sito! | Visualizzazioni: 1537

Lascia il primo commento!
Commenti RSS

Powered by AkoComment Tweaked Special Edition v.1.4.6
AkoComment © Copyright 2004 by Arthur Konze - www.mamboportal.com
All right reserved

 
< Prec.   Pros. >





NIGERIA TV..........................................................
NIGERIA TV



MOTIVAZIOI ASSOLUZIONE BERLUSCONI PROCESSO RUBY




Sirene, ilmistero svelato su DISCOVERY


squalo mangia squalo


STRAORDINARIO


UKRAINA..TV...........................................
Login Form





Password dimenticata?
Nessun account? Registrati
  | Top |